SAA

 
Nel tempo del pettegolezzo, nel tempo del consumo, dell’efficientismo, del mondo come una miniera da sfruttare, dell’assenza del rispetto per le persone e le cose, nel tempo della tecnica che da mezzo è divenuta fine, della economizzazione degli spiriti, nel tempo di produrre risultati a tutti i costi e immediatamente anche nel campo dell’architettura e del restauro è necessario prendersi una pausa e fare una riflessione, cioè di trovare il tempo per pensare e prendere distanza dalle cose.
Il Carattere timido, attento e sensibile, timoroso, a reazione lenta, ha la saggezza necessaria per farci comprendere i nostri limiti e spingerci a dedicarci, comprendere e conservare tutti quegli aspetti che normalmente l’architettura e il restauro giudicano secondari e trascurano. Studiando gli edifici e i luoghi degradati e malati si arriva ad amarli e amandoli si arriva a capirli. Così lo studio, l’affetto e la comprensione sono tutt’uno. Forse vedere con chiarezza il mondo vuole dire non agire o agire timidamente. Così la vera ricchezza del restauro timido è di saper intervenire con poco, del quale non vi è mai penuria, utilizzando la conoscenza, la conservazione dell’esistente e la stratificazione della nuova architettura con cautela, con attenzione, umiltà e intelligenza. Essere timidi non è un segno di un minor grado di presenza, piuttosto indica un modo più discreto di situarsi nella realtà utilizzando la non violenza verso le cose.
Questo sito è il tentativo di ampliare la “cassetta degli attrezzi” per reagire alla nostra condizione proponendo il pensiero timido come sacca di resistenza, come maestro di ritirate e di rese, come nuova virtù di questo secolo a partire dal restauro che in Italia è il luogo dove maggiormente si sviluppano le teorie dell’architettura. Ma non solo; la timidezza è forse la radice stessa dell’essere umano: se è pensata può rendere la vita radicale e capace di un cambiamento sapiente.
Certo le azioni della Shy Architecture Association ( Associazione per l’Architettura Timida) sono provocatorie, ironiche e “meravigliosamente sconclusionate” ma spesso giocando si può afferrare anche qualche brandello di verità.
 
 
homepage 



SHY ARCHITECTURE ASSOCIATION